martedì 27 novembre 2012


Lo sviluppatore Vladimir Yuzhikov ha creato un'applicazione per Windows in grado di ricostruire i dettagli degli oggetti fotografati in immagini pesantemente sfuocate per un'errata messa a fuoco o perché la fotocamera non era ferma al momento dello scatto.

Qui la notizia intera: Digital Imaging by Tom's Hardware

Premetto che l'applicazione non è ancora del tutto usabile in termini pratici e premetto che mi piace la fotografia digitale e tutte quelle utilities che possono aiutare ad esprimere il proprio gusto.
Tuttavia, mi domando dove andremo a parare con questa forma d'arte grazie (o a causa) di software e hardware che sostituiscono in tutto e per tutto la variabile "umana" e il percorso di apprendimento.
Voglio dire, se tanto ho una utility che mi para il didietro se sbaglio a mettere a fuoco, la userò solo in caso estremo di bisogno o inizierò a non curarmi più dello scatto ?

Discorso lungo, voi che ne pensate ?

2 commenti:

  1. Non mi piace, toglie il gusto di cimentarsi nella fotografia, sperimentare e migliorarsi.
    E poi, a volte, lo sfocato potrebbe essere un effetto voluto.

    RispondiElimina
  2. Sullo sfocato voluto non c'è dubbio.
    Rimane lo scatto cannato, quello che ti è venuto male per errore.
    Lì potrebbe (dico potrebbe) essere un buon software di salvataggio, tutto sommato a volte non è possibile ripetere una sessione di scatti e magari una delle foto venute male è proprio quella che ti serve.

    L'unico dubbio che sollevo è proprio nella scelta di quando e quanto usarlo ma, come giustamente dici, chi si vuole cimentare e migliorare nella fotografia difficilmente lo userà se non come ultima spiaggia.


    RispondiElimina